Questo listino non comprende le monete coniate a Milano. Per vedere la nostra selezione di monete milanesi cliccare qui.


AQUILEIA


Raimondo della Torre (1273 – 1299). Denaro. D/ RAIMVNDVS PA – Il Patriarca. R/ AQVILEGENSIS – Croce accantonata da chiavi e torri. Bernardi 31.

BB/q.SPL

Venduto


BOLOGNA


Giovanni II Bentivoglio (1494 – 1509). Medaglia. D/ IOANNES BENTIVOLVS II BONONIENSIS – Busto a destra, con berretto. R/ MAXIMILIANI IMPERATORIS MVNVS MCCCCLXXXXIIII. Ravegnani 7 (come Antegnate, prova di testone).

Molto rara. Bella produzione coeva, forata. Migliore di BB

Venduto


CASALE


Ferdinando Gonzaga (1612 – 1626). Ducatone 1617. D/ FERDIN D G DVX MANT VI [ET] MON FER IIII – Busto a destra, corazzato e con goletta pieghettata. Sotto la spalla, la data 1617. Sotto al petto, la sigla G C dello zecchiere Giovanni Campo. R/ PROTECTOR NOSTER ASPICE – San Giorgio a cavallo, nell’atto di trafiggere il drago. In esergo, CASALE. 31,25 g. Ravegnani Morosini 31.

Molto raro e di inusuale qualità. Migliore di BB

Venduto


MANTOVA


Ferdinando Gonzaga (1612 – 1626). 8 soldi. D/ FERDIN D G DVX MANT VI ET MONT F IIII – In alto, il valore 8. R/ NON MVTVATA LVCE – Sole raggiante. 1,82 g. MIR 612.

BB/ q.SPL

Venduto


MODENA


Francesco I d’Este (1629 – 1658). Muraiola. D/ FRA I MV R E C D VIII – Busto a destra. R/ NOB(…)TIS – Stemma coronato. CNI 453/460.

Ottimo esemplare, migliore di SPL

Venduto


Francesco I d’Este (1629 – 1658). Muraiola. D/ FRA I MVT REG E C DVX III (sic) – Busto a destra. In basso, sigla I T. R/ NOBILITAS ESTENSIS – Stemma coronato. CNI 443/445.

Curioso errore nella legenda, con numerale III anziché VIII. Molto raro. BB

Venduto


NAPOLI


Filippo IV (1621 – 1665). Tornese 1633. D/ (…)IPP IIII R 1633 – Busto a sinistra, radiato e corazzato. Dietro, sigla S. R/ Anepigrafo – Tosone in ghirlanda. 4,85 g. Magliocca 105 (R3, questo esemplare illustrato) .

Millesimo rarissimo. Conservazione eccezionale con rame parzialmente rosso, migliore di SPL

Venduto


PIACENZA


Odoardo Farnese (1622 – 1646). Piefort del sesino. D/ ODOA FAR PLA E PAR DVX V – Stemma coronato. R/ SALVS MVNDI – Croce gigliata. 5,84 g. Piefort con i conii del tipo CNI 63.

Della più grande rarità. Debolezze di conio dovute all’alto spessore del tondello, BB

450 €

Questo interessantissimo esemplare venne battuto coi conii del sesino su un tondello di spessore maggiorato. Il peso risulta il doppio di quello dei normali sesini, questi ultimi infatti hanno un peso di quasi 3 g contro i 5,84 g dell’esemplare qui proposto.


PIOMBINO


Niccolò Ludovisi (1634 – 1665). Quattrino. D/ (…) LVD D G PL PR – Busto a destra. R/ ASTRIS ET AVSTRO SE – Stemma coronato. 0,63 g. Ravegnani Morosini 7 (R).

Raro. BB

Venduto


ROMA


Innocenzo XI (1676 – 1689). Grosso. D/ INNOC XI P M – Stemma sormontato da chiavi decussate e tiara. R/ SANCTVS PETRVS APOST – Busto nimbato del Santo, rivolto a destra. In esergo, ROMA. 1,49 g. Muntoni 170.

Magnifico ritratto di S. Pietro, SPL/migliore di SPL

Venduto


SAVOIA


Carlo Emanuele (1580 – 1630). Cavallotto (Torino) 1619. CA EM D G DVX SAB P P – Cavallo a destra, retrospicente. In esergo, la data 1619. R/ PATRI[AE] LIBER(…)RVATA – Stemma coronato, affiancato da rosette. Simonetti 67/3.

Molto raro. Data chiaramente leggibile, q.BB

Venduto


VENEZIA


Antonio Venier (1382 – 1400). Grosso. D/ ANTO VENERIO S M VENETI – San Marco porge il vessillo al Doge. Lungo l’asta, DVX. R/ TIBI LAVS / GLORIA – Cristo in trono. 1,73 g. Montenegro 138.

Migliore di SPL

Venduto


Carlo Ruzzini (1732 – 1735). Ducato. D/ S M V CAROLVS RVZIN D – San Marco e il Doge. In esergo, sigla B V. R/ DVCATVS VENETVS – Leone alato. Montenegro 2518.

q.SPL/BB

Venduto


Francesco Morosini (1688 – 1694). Zecchino. D/ FRAN MAVROC S M VENET – San Marco porge il vessillo al Doge. Lungo l’asta, DVX. R/ SIT T XPI DAT Q TV REGIS ISTE DVCA. Cristo benedicente, in ellisse con stelle. 3,49 g. Montenegro 2110 (R).

Raro, magnifico esemplare con fondi lucenti e assenza di segni di contatto. FDC

Venduto


Alvise III Mocenigo (1722 – 1732). Zecchino. D/ ALOY MOCENI S M VENET – San Marco porge il vessillo al Doge. Lungo l’asta, DVX. R/ SIT T XPE DAT Q TV REGIS ISTE DVCA. Cristo benedicente, in ellisse con stelle. 3,50 g. Montenegro 2435 var. (stella dopo MOCENI).

q.FDC

Venduto


Pietro Grimani (1741 – 1752). Zecchino. D/ PET GRIMANI S M VENET – San Marco porge il vessillo al Doge. Lungo l’asta, DVX. R/ SIT T XPE DAT Q TV REGIS ISTE DVCA. Cristo benedicente, in ellisse con stelle. 3,51 g. Montenegro 2644 (R).

Raro, magnifico esemplare con fondi lucenti e assenza di segni di contatto. FDC

Venduto


Alvise IV Mocenigo (1763 – 1778). Zecchino. D/ ALOY MOCEN S M VENET– San Marco porge il vessillo al Doge. Lungo l’asta, DVX. R/ SIT T XPE DAT Q TV REGIS ISTE DVCA. Cristo benedicente, in ellisse con stelle. 3,50 g. Montenegro 2896.

Magnifico esemplare con fondi lucenti e assenza di segni di contatto. FDC

Venduto


Alvise IV Mocenigo (1763 – 1778). Zecchino. D/ ALOY MOCEN S M VENET– San Marco porge il vessillo al Doge. Lungo l’asta, DVX. R/ SIT T XPE DAT Q TV REGIS ISTE DVCA. Cristo benedicente, in ellisse con stelle. 3,47 g. Montenegro 2896 var. (DVCA con V corretta su una A capovolta).

Interessante correzione nella legenda del rovescio. Magnifico esemplare con fondi lucenti e assenza di segni di contatto. FDC

Venduto