Da Carlo V alla chiusura della zecca

Carlo V (1535 – 1554)


Soldo. D/ CARO – LVS V – Acciarino affiancato da due teste di montone. In alto, mitria imperiale. R/ + RO IMPERATOR – Croce fiorata. 1,03 g. Crippa 21.

Migliore di BB

Venduto


Filippo III (1598 – 1621)


Parpagliola 1603. D/ MEDIO – LANI D – Stemma ornato da volute ed inquartato con l’aquila e la biscia; sormontato da corona da cui fuoriescono rami di palma e di ulivo. R/ PROVIDENTIA – La Provvidenza, stante a sinistra appoggiata ad una colonna, tocca con un bastone il globo terrestre. In esergo, la data 1603. 2,06 g. Crippa 20/B (R/2).

Molto rara. q.MB

25 €


Quattrino 1601. D/ PH(…)IPP III REX (…) – Busto a destra, corazzato. Sotto la spalla, la data 1601. R/ DVX MEDIOLANI (…) – Campo inquartato con le armi del Ducato (aquila e biscia). 1,96 g. Crippa 24/B (R/4).

Estremamente raro. Irregolarità del tondello, da coniazione. MB

50 €


Carlo II (II periodo, 1675 – 1700)


Filippo 1694. D/ CAROLVVS II REX HISPANIARVM – Busto a destra, corazzato e con stola. Sotto, la data 1694 e tre globetti disposti a triangolo. R/ MEDIOLANI – DVX ET C – Stemma coronato, inquartato con le armi reali di Spagna e caricato dello scudo di Milano, ornato da volute. 27,53 g. Crippa 4.

Varietà con nome del sovrano errato (CAROLVVS). Migliore di BB

Prenotato

Provenienza:

a. Kunst und Munzen XXVI, Coll. M. Strada, 13/15 maggio 1988 Lugano, lotto 1574.


Carlo VI (1711 – 1740)


Quattrino 1728. D/ CA(…) – Busto laureato a destra. Sotto, la data 1728. R/ MLNI || DVX , in alto corona; tutto entro cornice. Crippa 25/B (R/2).

Molto raro. B/MB

30 €


Francesco II d’Asburgo – Lorena (1792 – 1796)


Scudo delle corone (Crocione) 1795. D/ FRANCISC II D G R I S A GER HIE HVN BOH REX – Testa a destra laureata, in basso lettera M. R/ ARCH AVST DVX BVRG LOTH BRAB COM FLAN 1795 – Croce di Borgogna accantonata dalle corone d’Austria, Ungheria e Boemia, da cui pende il Toson d’Oro. Contorno: LEGE ET FIDE, tra piccoli gligli in rilievo. 29,54 g. Crippa 7/D (R).

Raro. Minimi difetti del tondello, da coniazione; patina di vecchia raccolta. SPL/ migliore di SPL.

600 €


Napoleone I Bonaparte (monetazione definitiva del Regno d’Italia, 1807 – 1814)


Lira 1814, melagrana grande. D/ NAPOLEONE IMPERATORE E RE – Testa nuda a destra. Sotto, tra melagrana e coppa, la data 1814 ed il segno di zecca M. R/ REGNO – D’ITALIA – Aquila imperiale francese caricata dello stemma del Regno d’Italia; dietro, manto sorretto da alabarde e sormontato da corona. All’esergo, il valore 1 LIRA. Contorno: stellette a cinque punte, in incuso. 5,00 g. Crippa 32/I var.

Varietà rara, con melagrana grande (come nella lira NATOLEONE). Esemplare magnifico, con effetto “cameo”, FDC

850 €


Francesco I d’Asburgo – Lorena (1815 – 1835)


20 kreuzer (o svanzica) 1831. D/ FRANCISCVS I D G AVST IMPERATOR – Busto a destra, laureato. In basso, l’iniziale di zecca M. R/ HVN BOH LOMB ET VEN – GAL LOD IL REX A A 1831 – Aquila bicipite coronata, caricata dello stemma Austriaco. In basso, il valore 20 (kreuzer). Contorno rigato. 6,72 g. Crippa 24/A.

Magnifico esemplare, con fondi speculari e rilievi satinati. Lieve imperfezione da conio al ciglio del rovescio, q.FDC

380 €