Da Carlo V alla chiusura della zecca

Carlo V (1535 – 1554)


Denaro da 10 soldi. D/ IMP CAES CAROLVS V AVG – Busto laureato e corazzato a d.; sotto, aquila bicipite. R/ CHRIST RELIG PROPVGNATOR – La Fede stante con croce e calice con l’ostia. In basso a destra, cippo con le lettere SL || LA || VS. 3,24 g. Crippa 15.

Molto raro. Un esemplare assai piacevole per questa tipologia, nota per il conio estremamente basso. Lievi graffi al diritto, BB

Venduto

Il denaro da 10 soldi fu coniato nel 1545, con conii incisi da Leone Leoni. Lo stile incisorio è leggiadro e ben differente da quello quasi scultoreo delle varie monete emesse a partire dagli anni ’50. Non per questo è però meno presente quella potenza figurativa tipica di tutte le opere del Leoni.

Per altre informazioni sulle emissioni milanesi con conii del grande maestro incisore abbiamo creato la pagina Leone Leoni a Milano.


Carlo II (II periodo, 1675 – 1700)


Filippo 1676. D/ CAROLVS II REX HIS(…)RVM – Busto a destra a testa nuda, corazzato e con collare del Toson d’Oro. Sotto la spalla, la data 1676. R/ MEDIOLANI – D(…)T C – Stemma coronato, ornato da volute e maschere, inquartato con le armi reali di Spagna e caricato dello scudetto di Milano. Crippa 3.

Periziato da Emilio Tevere il 23 aprile 2010; q.SPL

Venduto


Francesco II d’Asburgo – Lorena (1792 – 1796)


Scudo delle corone (Crocione) 1795. D/ FRANCISC II D G R I S A GER HIE HVN BOH REX – Testa a destra laureata, in basso lettera M. R/ ARCH AVST DVX BVRG LOTH BRAB COM FLAN 1795 – Croce di Borgogna accantonata dalle corone d’Austria, Ungheria e Boemia, da cui pende il Toson d’Oro. Crippa 7/D (R).

Raro. Magnifico esemplare con piacevole patina di monetiere e fondi speculari. Lievi imperfezioni di conio; q.FDC

Venduto