Da Azzone Visconti a Francesco II Sforza

Azzone Visconti (1329 – 1339)


Grosso. D/+ A3O VICECOMES + MEDIOLANVM – Croce fiorata, accantonata da trifogli; il tutto entro cornice. R/ S AMBROSIVS (biscia) – Sant’Ambrogio in cattedra, benedicente e con pastorale. Crippa 2.

Bella patina, BB/SPL

Venduto


Bernabò e Galeazzo II Visconti (1354 – 1378)


Grosso da 1 soldo e mezzo con borchie. D/ + BERNABOS 3 GALEAZ VICECOMITES – Biscia affiancata dalle inziali B-G e sormontata da aquila imperiale; il tutto entro cornice accantonata da borchie. R/ S AMBROSI – MEDIOLANV – S. Ambrogio in cattedra con staffile e pastorale. Crippa 4/A (R/2).

Molto raro. Schiacciature di conio, migliore di BB

180 €


Grosso da 1 soldo e mezzo con anelletti. D/ + BERNABOS 3 GALEAZ VICECOMITES – Biscia affiancata dalle inziali B-G e sormontata da aquila imperiale; il tutto entro cornice accantonata da anelletti. R/ S AMBROSI – MEDIOLANV – S. Ambrogio in cattedra con staffile e pastorale. Crippa 4/B.

Modulo largo e tondo. Migliore di BB

Venduto


Filippo Maria Visconti (1412 – 1447)


Sesino. D/ (biscia) FILIPV MARIA DVX MLI 3C – Croce ornata, accantonata da motivi floreali. R/ S AMBROSIV MEDIOLANI – Mezzo busto di Sant’Ambrogio, con staffile e pastorale. Crippa 9.

Consuete schiacciature da coniazione, modulo insolitamente largo. SPL

Venduto


Sesino. D/ (biscia) FILIPV MARIA DVX M(…) 3C – Croce ornata, accantonata da motivi floreali. R/ S AMBROSIV MEDIOLANI – Mezzo busto di Sant’Ambrogio, con staffile e pastorale. Crippa 9.

Metallo lucente e patina di monetiere, migliore di SPL

Venduto


Francesco Sforza (1450 – 1466)


Sesino. D/ + F S DVX MLI PPIE ANGLE – Stemma inquartato con l’aquila e la biscia. R/ + Q3 COMES(…)CREMONE D 3C – Croce fiorata. 1,26 g. Crippa 14/A.

q.BB

75 €


Galeazzo Maria Sforza (1466 – 1476)


Grosso da 4 soldi con la colomba. D/ (testa di S. Ambrogio) G3 M SF VICECOS DVX MLI V – L’impresa della colomba sul fiammante; sotto, nastro col motto A BON DROIT. R/ (testa di S. Ambrogio) PP ANGLE Q3 CO AC IANVE D – L’impresa del velo annodato, sormontato da corona ducale da cui fuoriescono rami di palma e di ulivo. Crippa 13.

BB/q.SPL

Venduto


Soldo. D/ (testa di S. Ambrogio) G3 M SF VICECO DVX MLI V – Stemma inquartato con l’aquila e la biscia. R/ (testa di S. Ambrogio) PPIE Q3 CO AC IANVE D – Stemma bipartito con biscia e aquile. 1,22 g. Crippa 14/B.

Varietà con PPIE. Esemplare dal metallo freschissimo, SPL/q.FDC

170 €


Trillina con elmo coronato. D/ + G3 MARIA SFO(…)CE CO – Elmo coronato, sormontato da cimiero con drago crestato. R/ + DVX MLI AC IANVE 3C – Iniziali G M somontate da corona. Crippa 17 (R/3).

Tipo rarissimo. q.BB

Venduto


Peso del mezzo testone. D/ Busto giovanile, rivolto a destra. R/ Liscio. 4,82 g.

Rarissimo. q.BB

Venduto

La tipologia di busto è anacronistica, in quanto antecedente a quella impressa sui mezzi testoni. Risulta invece identica a quella presente sulla prima emissione di ducati (tipo Crippa 2).


Peso del grosso. D/ Busto adulto, rivolto a sinistra. R/ Liscio. 2,94 g.

Molto raro. q.BB

Venduto

E’ interessante notare come non esistano nella monetazione di Galeazzo Maria grossi con ritratto adulto, né in generale tipi con busto rivolto a sinistra.


Ludovico Maria Sforza, detto “il Moro” (1494 – 1499)


Testone. D/ (testa di S. Ambrogio) LVDOVICVS M SF ANGLVS DVX MLI – Busto a destra, corazzato. R/ (testa di S. Ambrogio) PP ANGLE Q3 CO AC IANVE D 7C – Stemma del Ducato, coronato. Dalla corona fuoriescono rami di palma e di ulivo. Ai lati, l’impresa dei tizzoni ardenti con le secchie. 9,63 g. Crippa 2.

Una delle monete più iconiche della serie milanese. Ritratto ad alto rilievo e leggera patina iridescente. q.SPL/SPL

1050 €